Il consumo di succo d’arancia è un valido alleato nella dieta a basso contenuto calorico

Il consumo di succo d’arancia viene a volte associato all’aumento di peso, come diretta conseguenza del contenuto di zucchero del succo. Ciò non è comprovato né da studi né ha riscontro in evidenze epidemiologiche che, al contrario, non mostrano dirette associazioni tra il consumo di succo 100% frutta e il rischio di sovrappeso e obesità. 

Uno studio randomizzato controllato effettuato in Brasile su 78 persone in sovrappeso e a dieta ha indagato proprio questa possibile correlazione. I partecipanti hanno seguito una dieta a basso impatto calorico per 12 settimane e solo metà di loro ha consumato 500ml di succo 100% arancia al giorno (quantitativo ben superiore a quello raccomandato in Europa, pari a 150-200ml al giorno). Gli alimenti consumati sono stati annotati e analizzati 6 volte nell’arco delle 12 settimane. 

I risultati hanno mostrato ugual perdita di peso tra i soggetti a dieta, indipendentemente dal consumo di succo 100% arancia. Tutti hanno registrato miglioramenti significativi nella sensibilità all’insulina, nel profilo dei lipidi e nello stato antinfiammatorio, come conseguenza positiva del dimagrimento. 

Questi marker sono migliorati notevolmente nei soggetti che hanno consumato succo d’arancia. In questo gruppo, ad esempio, il livello di insulina è sceso del 18%, quello della proteina C reattiva del 33% e il rapporto del colesterolo LDL del 24%. Rispetto al gruppo di controllo, inoltre, l’assunzione di vitamina C è aumentata del 163% e quella dei folati del 62%. Coloro che hanno consumato succo d’arancia hanno incrementato l’assunzione di folati, raggiungendo circa il 95% del fabbisogno giornaliero. In merito alla vitamina C, invece, l’incremento è stato del 500%, andando oltre i livelli raccomandati giornalmente, ma non superando le soglie di tollerabilità. 

I ricercatori hanno così concluso che il succo d’arancia, se bevuto nell’ambito di una dieta a basso contenuto calorico, non contrasta la perdita di peso ma, al contrario, migliora la sensibilità all’azione dell’insulina, il profilo dei lipidi e lo stato antinfiammatorio rispetto a coloro che non lo bevono. Quindi un consumo adeguato di succo 100% arancia potrebbe essere un valido alleato per i pazienti impegnati in diete dimagranti.   

Bibliografia
[1] Ribeiro C et al. (2017)

Ribeiro C et al. (2017) Orange juice allied to a reduced-calorie diet results in weight loss and ameliorates obesity-related biomarkers: A randomized controlled trial. Nutrition 38: 13–19